Da quella fatidica sera del 2013, quando Steve Wilhite - inventore del formato .gif - dichiarò che il suo formato era pronunciato "jif", non "gif", i nerd di tutto il mondo erano in guerra. Oggi, persone di ogni ceto sociale difendono il loro uso della "G dura" o della "G morbida" con uno zelo che non si vede da quando i Cavalieri Templari indossarono per la prima volta i loro elmi a secchiello e partirono per Costantinopoli. Le lacrime sono state versate, il sangue è stato versato, i prescrittivisti grammaticali e i linguisti neutrali hanno puntualizzato l'intera cosa a morte, e ancora non siamo più vicini a una risoluzione su come sia pronunciata la dannata cosa. La verità della questione è, come è vero con qualsiasi parola, non esiste un modo giusto.

Vi è, tuttavia, un modo migliore.

Oltre ad essere un fan sfegatato della fantascienza, lettore, scrittore e recensore, sono anche un linguista. Ho studiato linguistica alla UC Berkeley, dove ho imparato cose che onestamente non avrei mai voluto sapere sul linguaggio umano e su come gli umani lo usano. Sono anche un appassionato di meme. Scorro la nuova sezione di 9Gag ogni mattina, tenendo il passo con le ultime novità in fatto di meme. Trascorro più tempo su knowyourmeme.com di quanto probabilmente dovrei. In quanto tale, mi considero un esperto della GIF. È per questo motivo che faccio una breve deviazione dal mondo della fantascienza per analizzare questa domanda estremamente importante (SIQ):

È / gɪf / o / d͡ʒɪf /?

Per quelli di voi che non sono stati abbastanza fortunati da sopportare la tortura che sta imparando l'alfabeto fonetico internazionale (IPA), tutti quei personaggi divertenti rappresentano i suoni nel linguaggio umano. Ogni personaggio rappresenta solo un suono. Non c'è confusione sul modo in cui sono pronunciati, al contrario dei caratteri usati per scrivere la maggior parte delle lingue, come l'inglese "g".

I linguisti usano l'IPA per rappresentare le pronunce in modo inequivocabile in modo da poter parlare dei suoni nella lingua indipendentemente dall'ortografia (la parola linguistica fantasia per "ortografia"). Ai fini di questo articolo, ci sono solo due caratteri IPA che devi conoscere:

  • [g]: Questa è la "G difficile" come in "golf", "ragazza", "regalo", e dannatamente vicino a ogni altra parola inglese che inizia con "g". Non è un caso che il personaggio IPA sia in realtà il latino "G", poiché questo personaggio, in quasi tutte le altre lingue, rappresenta un "duro G." (Ragazzo, non è così conveniente.)
  • [d͡ʒ]: Questa è la "G morbida" come in "Germania", "giraffa" e "gin". Nell'interesse dell'equità, sottolineerò che molte parole in inglese che iniziano con "g" sono pronunciate con [dʒ]. La maggior parte di questi, tuttavia, sono parole di prestito recenti o hanno qualche altra buona ragione fonologica per cui sono pronunciate in quel modo. (Suggerimento: “GIF” non è una parola in prestito e non ha una buona ragione fonologica per essere pronunciato con [d͡ʒ]). Questo carattere IPA è un composto del suono [d] come in "cane" e [ʒ] come nel mezzo della parola "misura".

Ora che l'abbiamo chiarito, torniamo al nostro SIQ - la nostra domanda estremamente importante.

Come avrete intuito, personalmente pronuncio "GIF" come / gɪf / e credo che questo sia, in effetti, il modo migliore sopra menzionato. Lo credo per due motivi principali.

1. Descrittivismo linguistico

In linguistica, abbiamo due concetti contrastanti: prescrittivismo e descrittivismo.

Il prescrittivismo linguistico è un concetto usato per descrivere cosa succede quando un gruppo - di solito un'istituzione o un gruppo di potere sponsorizzato dal governo - tenta di determinare, e talvolta applicare, ciò che è corretto e non corretto in qualsiasi lingua. Esempi popolari di questo concetto sono l'esistenza di L'Académie Française, l'organismo di regolamentazione della lingua francese e l'inglese comune che dice che "non è una parola". Mentre uno è un'istituzione e uno è un'applicazione sociale di classe, entrambi cercano di determinare ciò che è "corretto" nelle loro rispettive lingue. Esistono enormi problemi con l'applicazione del linguaggio "corretto", che può delegittimare l'espressione dei gruppi di minoranza e, a sua volta, privare del diritto di voto intere contingenze di persone in una determinata società. Questo è visto da molti nella comunità linguistica per non essere bueno.

È qui che entra in gioco il descrittivismo. Il descrittivismo linguistico è un concetto secondo cui qualsiasi cosa parlata da un madrelingua e accettata come comprensibile da qualsiasi altro madrelingua è valida. Ad esempio, dal momento che entrambi i parlanti inglesi dicono e comprendono la parola "non è" (che, a proposito, è in realtà una contrazione storicamente e contemporaneamente attestata di "non sono" che è stata successivamente evitata a causa del suo uso pesante da parte delle popolazioni di schiavi africani ), è una parola valida. Fa parte del linguaggio, che ci piaccia o no. Il descrittivismo linguistico sostiene inoltre che nessun gruppo o istituzione può legittimamente influenzare o sorvegliare ciò che è considerato giusto o sbagliato in una lingua.

Il descrittivismo linguistico è un concetto secondo cui tutto ciò che è parlato da un madrelingua e accettato come comprensibile da qualsiasi altro madrelingua è valido.

Da un punto di vista descrittivista, se davvero abbiamo bisogno di sapere come pronunciare "GIF", possiamo rivolgerci ai sondaggi per capirlo. Fortunatamente, quando si tratta del caso di "GIF", i risultati sono: Nel 2014, Mashable, in collaborazione con la colonna cinque, ha pubblicato i risultati di un sondaggio sulla pronuncia delle parole tecnologiche che ha rilevato che il 70% delle persone intervistate pronunciata in tutto il mondo "GIF" come / gɪf /.

Io, come descrittore, non dirò che esiste un modo giusto o sbagliato di pronunciare "GIF". Devo quindi rispettare i diritti linguistici di coloro che lo pronunciano (blasfemo) come / d͡ʒɪf /. Tuttavia, ho la popolazione dalla mia parte quando dico che / gɪf / non è il modo giusto, ma il modo migliore.

2. Acronimi

Un acronimo è una parola normalmente composta dalle prime lettere delle parole in un nome, titolo, frase o in qualche altra raccolta di più parole, come, ad esempio, la NASA.

In genere, a meno che non sia proibito dai vincoli della lingua o la combinazione di suoni sia semplicemente troppo innaturale per la bocca, un acronimo viene pronunciato usando le pronunce delle lettere nelle parole che lo compongono. Ad esempio, nel caso di "MAGA", questo è pronunciato / maga / e non / mad͡ʒa /, poiché l'acronimo sta per "Make America Great Again". "Grande" è pronunciato / gɹe͡ɪʔ /, non / d͡ʒɹe͡ɪʔ /, e quindi l'acronimo segue l'esempio.

Allo stesso modo, GIF sta per "Graphics Interchange Format", dove "graphics" è pronunciata / gɹæfɪk͡s /, non / d͡ʒɹæfɪk͡s /. Pertanto, la pronuncia più vicina al significato previsto è / gɪf /. Perché vorresti complicare le cose? Questo è ovviamente il modo migliore.

Proprietà intellettuale

Si pone sempre la questione dei diritti di Steve Wilhite di nominare la sua creazione. Come creatore del formato .gif, non merita di dirci come si pronuncia l'acronimo del suo formato? Non è irrispettoso dire che è pronunciato in un altro modo, quando vuole davvero davvero che tu dica / df /?

La mia risposta è un clamoroso no. Assegnare quel privilegio a Steve Wilhite è aprire la porta alla tirannia linguistica e al prescrittivismo ovunque. Un altro esempio dal mondo della tecnologia può aiutare a sostenere il mio punto. Il creatore di LaTeX, il sistema di preparazione dei documenti, afferma esplicitamente che il suo sistema è pronunciato "Lah-tech" o "Lay-tech" (in rima con "blech" o "Bertolt Brecht"). Eppure così tante persone che lo usano - specialmente i madrelingua inglesi che non riescono a emettere i suoni [χ] o [ç] - pronunciano ancora "LaTeX" come / le͡ɪtɛk͡s /, e non / laːtɛχ / o / laːtɛç /. Leslie Lamport ha il diritto di forzare i parlanti inglesi a produrre questi suoni gutturali tedeschi difficili (ma straordinariamente belli)? No! Se Wilhite e Lamport possono costringerci a pronunciare le cose in un certo modo, vincono i nazisti grammaticali.

Il modo migliore

Alla luce delle prove schiaccianti, è sicuro di dire che finalmente abbiamo una risposta al nostro SIQ: / gɪf / è, senza dubbio, il modo migliore per pronunciare "GIF". Il seguente sommario spiega le premesse chiave dell'argomento:

  1. Cercare di dire a qualcuno che devono pronunciare qualcosa in un certo modo porta alla vittoria dei nostri signori grammaticali.
  2. La maggior parte delle persone pronuncia "GIF" come / gɪf /, ed è ovvio che se la maggior parte delle persone fa qualcosa, deve essere una buona idea.
  3. Pronunciare "GIF" come / d͡ʒɪf / viola direttamente i diritti dell'acronimo di rappresentare le parole in modo accurato, per evitare che l'acronimo diventi un AGGRONIMO.
  4. Concordo con Wilhite quando afferma che il modo "giusto" di dire "GIF" è / d͡ʒɪf / fondamentalmente promettendo fedeltà al lato oscuro. Certo, hai il diritto di farlo - ma dovresti? Voglio dire, cosa farebbe Chomsky?

Pertanto, si raccomanda vivamente, ma non necessario, che la parola "GIF" sia pronunciata / gɪf /.

MAGA: Rendi gli acronimi di nuovo fantastici.